ATTUALITÀ

L'immagine può contenere: 92 persone, tra cui Chiara Maria Del Cherico, il seguente testo "SE Soldoriete Coordinamento Interparrocchiale Opere Caritative Follonica "La carità non avrà maifine""

NOTIZIE AGGIORNATE AL 20/01/2021

IN RICORDO DI LUCIANA FRATTI PIERI

La San Vincenzo de Paoli di Follonica, in occasione della targa posta in memoria di Luciana Fratti Pieri sul luogo del tragico incidente che ha causato la Sua prematura scomparsa, La ricorda con affetto e struggente rimpianto. Un abbraccio al nostro caro amico Sergio, che ha condiviso con Luciana cinquant'anni della sua vita.

Se non ci sono stati i frutti
è valsa la bellezza dei fiori.

Se non ci sono stati i fiori
è valsa l'ombra delle foglie.

Se non ci sono state le foglie
è valsa l'intenzione del seme.


Henrique de Sousa Filho

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Da Il Giunco.net

di 

FOLLONICA – Erano le sei e mezza di sera del 19 gennaio 2020. Luciana Fratti stava per attraversare la strada in via Leopardi all’altezza di via Ungaretti quando fu investita da una macchina. Uno schianto spaventoso in cui rimase gravemente ferita.

I soccorsi arrivarono all’istante: anche l’elisoccorso Pegaso giunse sul luogo dell’incidente per trasferire Luciana in gravi condizioni al Policlinico Le Scotte di Siena nel minor tempo possibile.

Inizia da lì una lunga lotta per riprendersi la vita, per tornare a casa dal suo marito Sergio, con cui è sposata da 50 anni, e dalle due figlie, anche se loro ormai vivono già fuori casa.

C’è un momento, a fine febbraio, in cui sembrava migliorare, tanto che i medici decidono di trasferirla al centro di riabilitazione di Montevarchi (Arezzo). Ma il destino non è stato clemente. Appena entrata nella struttura, il mondo viene sconvolto dalla pandemia e il suo ricovero si trasforma in un soggiorno solitario. Sergio può andare a trovarla inizialmente ogni dieci giorni, ma poi le sue condizioni peggiorano e subentra un’infezione batterica da lunga degenza. Luciana non ce la fa e si spegne a luglio di quest’anno dopo mesi di sofferenza.

Nella giornata di oggi si è tenuta una cerimonia pubblica per ricordarla, proprio nel punto della strada in cui è accaduto l’incidente e, nell’occasione, è stata inaugurata anche una targa ricordo.

Oltre al marito Sergio Pieri, conosciutissimo in città per il suo ruolo di referente della Caritas, c’erano le loro figlie, tanti familiari, il sindaco Andrea Benini, l’assessore Alessandro RicciutiDon Salvatore e tanti amici e conoscenti.

«La sera in cui è stata investita era qui da sola- ha detto suo marito -, non c’era nemmeno un testimone oculare. Oggi ci sono tante persone e per questo vi ringrazio. Siamo stati insieme 50 anni e mi sarebbe piaciuto tanto continuare a farlo perché a me piaceva sempre, avevamo un bel rapporto vivace. Il mio dolore è forte, ma non è il motivo per cui sono qui. Vorrei piuttosto sensibilizzare sulla sicurezza stradale. Non è la prima volta che in questo punto una persona perde la vita, era già successo in passato. Credo sia necessario fare una riflessione sul problema della sicurezza stradale nella nostra città».

Anche il sindaco Andrea Benini ha ricordati i giorni intorno all’incidente la sua apprensione per le condizioni di Luciana, che ha seguito fino al tragico finale. «Mi sembra doveroso essere qui oggi – ha detto – tutti insieme per simboleggiare che in qualche modo è sempre presente nei cuori di tutti».

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

CONTINUA L'EMERGENZA COVID-19

AIUTACI AD AIUTARE

Possiamo attualmente soddisfare tutte le esigenze alimentari.
Aiutaci a pagare affitti, bollette, medicinali e bombole del gas.

Si può aiutare l’Emporio della Solidarietà e la Mensa Solidale facendo una donazione sul conto Corrente Bancario presso:

Monte dei Paschi di Siena

Intestatario: SOCIETÀ DI SAN VINCENZO DE PAOLI

IBAN IT 43 O 01030 72240 000002171946

CAUSALE: EMPORIO DELLA SOLIDARIETÀ E MENSA SOLIDALE

E sul conto corrente:

Coordinamento Interparrocchiale Opere Caritative – Follonica; Sede di via Serri 33, Follonica

Banca Intesa San Paolo – Via Roma – Follonica

IBAN IT95 X030 6972 2491 0000 0002 692

CAUSALE: MENSA E EMPORIO DELLA SOLIDARIETÀ

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

AVVISO IMPORTANTE!

COORDINAMENTO INTERPARROCCHIALE OPERE CARITATIVE FOLLONICA - Via Serri 33

9° COMUNICATO EMERGENZA COVID-19

SI COMUNICA che al 31 DICEMBRE 2020 il Coordinamento ha ricevuto 31.480 euro di contributi con causale covid-19. Per tutte le esigenze dell’emergenza sono stati impiegati al 31 DICEMBRE 44.722 euro.

Nel mese di DICEMBRE:

IL CENTRO DI ASCOLTO ha erogato 2.135 euro per affitti, bollette varie e per acquisto bombole gas e medicine.

L’EMPORIO ha consegnato 134 pacchi di alimenti e 11 pacchi infanzia per complessivi 3.000 kg. Raggiunte 343 persone. Impegno: 7.330 “punti Carità”.

La MENSA DELLA SOLIDARIETÀ ha distribuito 1.937 pasti (media 62al giorno).

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

LIETI NELLA SPERANZA, FORTI NELLE TRIBOLAZIONI

EMPORIO DELLA SOLIDARIETÀ

DICEMBRE 2020 – AIUTI ALLE FAMIGLIE DI FOLLONICA:

● 134 famiglie hanno fatto la spesa all'Emporio di via Serri 33;

● 85 famiglie italiane hanno fatto 85 spese; totale anno: 1.136;

● 49 Famiglie straniere hanno fatto 49 spese; totale anno: 643;

● Famiglie che a DICEMBRE hanno richiesto la tessera emporio: 9;

● Persone raggiunte nel mese: 343;

● Con il mese di dicembre sono state effettuate 1.779 spese complessive;

● Persone raggiunte complessivamente: 4.463;

● Alimenti consegnati Kg. 3.000 – Totale anno: Kg. 34.305;

● PUNTI CARITÀ consumati: 7.730 – TOTALE PUNTI: 64.843;

● TESSERE ATTIVE PRIMA INFANZIA: 11.

***

I NOSTRI SPONSOR SOSTENITORI:

BANCO ALIMENTARE DELLA TOSCANA E GROSSETO, SOCI COOP FOLLONICA, SOCI COOP MONTEROTONDO, UNICOOP TIRRENO VIGNALE RIOTORTO, LIDL, CONAD E COOP SUPERMERCATI DI FOLLONICA, REGIONE TOSCANA “Progetto SPESA PER TUTTI”, PARROCCHIA SAN PAOLO DELLA CROCE, CARITAS ITALIANA PROGETTO MENSE ED EMPORI SOLIDALI, CARITAS DIOCESANA MASSA MARITTIMA, AIUTI EUROPEI FEAD, LIONS CLUB ALTA MAREMMA, ROTARY CLUB INTERNATIONAL, CLUB SOROPTIMIST FOLLONICA E COLLINE METALLIFERE, INNERWHEEL CLUB FOLLONICA, FORUM DEL VOLONTARIATO FOLLONICA, DISCOUNT CENTER FOLLONICA, VENATOR STABILIMENTO DI SCARLINO, ISTITUTO COMPRENSIVO 1 E SCUOLA PRIMARIA DON MILANI FOLLONICA, PIZZERIA SENZUNO, VAB FOLLONICA SEZIONE DI FOLLONICA, CROCE ROSSA ITALIANA.

***

UN GRAZIE A TUTTI I CITTADINI CHE HANNO FATTO DONAZIONE DI ALIMENTI E OFFERTE IN DENARO SUI CONTI DEDICATI AGLI AIUTI ECONOMICI ALLE FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

• Coordinamento Interparrocchiale Opere Caritative •

Nel fare gli auguri di buon Natale e felice Anno Nuovo, il Coordinamento Interparrocchiale Opere Caritative ringrazia attraverso i volti dei volontari che ogni giorno si fanno prossimo di tante persone che si trovano in difficoltà nel nostro territorio (Centro di Ascolto, Emporio della Solidarietà, Mensa Solidale, Distribuzione Vestiario, Servizio al Carcere di Massa Marittima...). Perché... "La Carità non avrà mai fine".

L'immagine può contenere: 99 persone, tra cui Carlo Turacchi, Davide Bartiromo, Arianna Ricciuti, Paolo Maestrini, Francesca Tanganelli, Paolo Casella, Chiara Maria Del Cherico, Marilene Taddei, Anna Caredda e altri 6, il seguente testo "a" Auguri dal Coordinamento Interparrocchiale Opere Caritative "La carità non avrà maifine""

 

La San Vincenzo de Paoli, conferenza "San Leopoldo" di Follonica, augura a tutti un sereno Natale nel segno della solidarietà e della condivisione verso le persone più fragili.

SANTO NATALE 2020
È TEMPO DI DONI

L’EMPORIO DELLA SOLIDARIETÀ DI FOLLONICA (PROGETTO CARITAS E SAN VINCENZO DE PAOLI) HA RICEVUTO LA CONSUETA E GRADITISSIMA DONAZIONE DI GENERI ALIMENTARI DA PARTE DEI GENITORI E DEL PERSONALE SCOLASTICO DELLA SCUOLA PRIMARIA RODARI DI FOLLONICA.

TALE DONAZIONE PERMETTERÀ DI AIUTARE LE NUMEROSE FAMIGLIE CHE IN QUESTO PARTICOLARE MOMENTO DI DIFFICOLTÀ SI RIVOLGONO ALL'EMPORIO DI VIA SERRI.

GRAZIE ALLA SCUOLA RODARI PER IL SENTITO GESTO DI SOLIDARIETÀ E CONDIVISIONE VERSO LE FAMIGLIE BISOGNOSE DELLA NOSTRA CITTÀ.

* * *

L’EMPORIO DELLA SOLIDARIETÀ DI FOLLONICA (PROGETTO CARITAS E SAN VINCENZO DE PAOLI) HA RICEVUTO LA CONSUETA E GRADITISSIMA DONAZIONE PER L'INFANZIA (PANNOLINI, OMOGENEIZZATI, MINESTRINE, PRODOTTI PER L'IGIENE ECC.) DA PARTE DEL LIONS CLUB ALTA MAREMMA.
TALE DONAZIONE VIENE IN CONTRO ALLE RIPETUTE RICHIESTE DI AIUTO DELLE FAMIGLIE CON BAMBINI DA 0 A 2 ANNI.

UN GRAZIE AGLI AMICI DEL LIONS CLUB ALTA MAREMMA PER LA CONTINUA VICINANZA ALL'EMPORIO DELLA SOLIDARIETÀ.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I SERVIZI DEL COORDINAMENTO INTERPARROCCHIALE OPERE CARITATIVE FOLLONICA

  • CENTRO di ASCOLTO dei bisogni e delle povertà.
  • SERVIZIO NOTTURNO di ASSISTENZA a persone di passaggio e senza fissa dimora.
  • SERVIZI per EMERGENZA ABITATIVA.
  • SERVIZIO MENSA giornaliero per bisognosi.
  • SOSTEGNO a famiglie in difficoltà.
  • DISTRIBUZIONE generi alimentari, vestiario e medicinali.
  • VISITE domiciliari e in carcere.
  • PROGETTI di SOLIDARIETÀ e COOPERAZIONE multiculturale.
  • SERVIZIO ASSISTENZA ANZIANI, malati e pelligrinaggi.
  • ORTO SOLIDALE DI VALPIANA progetto reinserimento sociale dei carcerati
  • CORSI di FORMAZIONE per operatori della carità.
  • CORSI di FORMAZIONE nelle scuole

ANNO 2020/2021

DISPOSIZIONI DA SEGUIRE NEL CORSO DELL’EMERGENZA SANITARIA COVID-19.

Centro di Ascolto, Osservatorio, Emergenze Sociali, Servizio Operatori Carcere

Via Serri,33 – Tel 0566/45482

Orario di Apertura

Martedì ore 9,30 – 11,30

Venerdì ore 9,30 – 11,30

Solo su appuntamento telefonando al numero sopra indicato, dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,00.
 

Distribuzione Alimenti

Emporio della Solidarietà

Via Serri,33 – Tel 0566/45482

Orario di Apertura

Martedì ore 15,00 – 17,45

Giovedì ore 09,00 – 11,45

Il ritiro degli alimenti è su appuntamento.

 

Distribuzione Vestiario Adulti e Guardaroba

Ex Chiesa S.Paolo della Croce - Via Amendola,5

Tel. 0566/45482

Orario di Apertura al pubblico (a settimane alterne)

Martedì ore 15,00 – 17,00

Su appuntamento.

 

Ricevimento / donazione abbigliamento

Lunedì – Martedì ore 15,00 – 17,00

Distribuzione Vestiario bambini e generi infanzia

Ex Chiesa S.Paolo della Croce – Via Amendola,5

Tel 328/8263579

Orario di Apertura al pubblico

Mercoledì ore 09,00 – 11,00

Su appuntamento.

 

Ricevimento / donazione abbigliamento

Martedì – Mercoledì ore 09,00 – 11,00

Su appuntamento.

 

Servizio accompagnamento spirituale anziani, malati e pellegrinaggi (UNITALSI)

Parrocchia SS Pietro e Paolo – Via Madre Teresa di Calcutta , 20

Orario di Apertura

Lunedì ore 10,00 – 12,00

Giovedì ore 16,00 – 18,00

 

Servizio Accoglienza Notturna – Via Cassarello

(Ottobre – Aprile) - Tel 0566/45482

Orario di Apertura: Tutti i giorni dalle ore 20,00 alle ore 08,00

N.B. L’accesso è regolato dagli operatori del centro di accoglienza il lunedì e il giovedì.

 

Servizio Sostegno Scolastico

Parrocchia Ss.Pietro e Paolo – Via Palermo, 36 (Senzuno)

Tel 0566/45482

Orario di Apertura (*)

Lunedì ore 15,00 – 17,00

Martedì ore 15,00 – 17,00

Mercoledì ore 15,00 – 17,00

(*) A seguito della pandemia da Covid-19 tale servizio è stato provvisoriamente sospeso. Prendere contatto con CdA ,Via Serri 33 (Tel 0566 45482 per eventuali Emergenze Sostegno Scolastico).

 

Servizio Mensa Interparrocchiale

Parrocchia Ss.Pietro e Paolo – Senzuno

Via Palermo, 36 Tel 0566/45482

Orario di Apertura: Tutti i giorni ore 11.00 – 12,30
 

Orto Solidale

Parrocchia Cristo Re di Valpiana

Tel Cel. 329/ 7750928

In collaborazione con la Casa Circondariale di Massa Marittima

Orario di Apertura: Lunedì, mercoledì, sabato: ore 7,00 – 16,00 Attività Orto

 

LE BUONE PRATICHE DEL COORDINAMENTO INTERPARROCCHIALE

OPERE CARITATIVE FOLLONICA

IL COORDINAMENTO IN SINTESI

Il Coordinamento Interparrocchiale Opere Caritative di Follonica si è costituito con statuto proprio nel 2010 , anche se attivo dal 2005 come collaborazione delle Parrocchie, delle Caritas parrocchiali, la S. Vincenzo de Paoli, l’UNITALSI e la Mensa cittadina; nel corso degli anni ha cercato di ampliare e migliorare i servizi offerti per dare, nei limiti delle proprie possibilità, risposte sempre più rispondenti alle necessità di quanti si rivolgono a questa associazione. Così ad esempio l’Emporio ha sostituito dal 2017  la distribuzione viveri: il nuovo sistema permette di quantificare meglio gli aiuti alimentari distribuiti alle singole persone e anche di consentire loro di scegliere con maggiore libertà e responsabilmente quello di cui hanno bisogno. Così anche la nuova Mensa, che è stata inaugurato il 29 giugno 2019, con la distribuzione self-service permetterà di andare incontro alle esigenze alimentari di ciascuno e  di avere meno spreco di cibo oltre che garantire standard di sicurezza in linea con tutte le normative vigenti. Il doposcuola allo stesso modo è nato dalla constatazione che spesso povertà materiale e bassa scolarizzazione vanno di pari passo. E che molti dei ragazzi con profitto insufficiente appartengono a famiglie che frequentano il coordinamento.

Certo le necessità sono tante e la povertà di oggi assume caratteristiche diverse di quella di tanti anni fa: bollette, affitti, libri scolastici, affitti, mutui, spese sanitarie si abbattono sulle famiglie, impoverite dalla crisi che devono accontentarsi di lavori precari e mal pagati, e  che hanno bisogno di aiuti economici più consistenti di un pacco alimentare; a queste necessità si cerca di dare qualche risposta anche con progetti specifici come la collaborazione con il Comune, con i Servizi sociali, e con altre associazioni di volontariato in modo da ottimizzare gli interventi; in particolare è in atto da qualche anno il progetto “Adotta un bisogno” sostenuto da tutte le parrocchie di Follonica che ogni mese raccoglie fondi per aiutare uno specifico nucleo famigliare in difficoltà. A questi servizi dobbiamo aggiungere quelli che da sempre il Coordinamento porta a vanti: il sostegno ai carcerati, la distribuzione di viveri e vestiario,i progetti di educazione nelle scuole

Centro di Ascolto di Follonica (CdA)

Un discorso a parte va fatto per il Centro di Ascolto, situato in via Serri 33 e gestito dalla Caritas cittadina; non perché sia un servizio più importante degli altri ma perché è il punto di partenza di molti dei servizi offerti.

Il CdA è infatti il primo luogo a cui si rivolgono le persone in difficoltà: qui trovano volontari che innanzi tutto ascoltano le persone che hanno davanti, le loro storie, le  necessità ed insieme a loro cercano soluzioni, formulando proposte di interventi e indirizzando gli interessati verso i vari servizi offerti dal Coordinamento (distribuzione viveri e mensa, distribuzione di vestiario, prodotti per l’infanzia, medicinali, bombole del gas, contributi in denaro per le varie necessità, sostegno allo studio dei minori, specie nella fascia dell’obbligo scolastico)  ed anche verso i servizi sociali dell’ASL e del Comune.

Inoltre il CdA aderisce al progetto MIROD Web, che consente la messa in rete dei dati che riguardano i colloqui e gli interventi offerti nei vari CdA diocesani della Toscana; l’elaborazione di questi dati ci consente di fare un’analisi e una descrizione quantitativa e qualitativa delle persone che si rivolgono a noi. Questa lettura dei dati ci permette innanzi tutto di avere un’idea più consapevole e oggettiva del flusso di persone che transita dalla struttura e di come sono utilizzate le risorse; di rendersi meglio conto di quali sono le richieste più comuni, i problemi più ricorrenti che ci troviamo ad affrontare in modo da potere mettere in campo interventi sempre più mirati. Si crea quindi un circolo dinamico che ci permette di progettare attività nuove sempre più rispondenti alle aspettative di chi si rivolge a noi, poiché lo scopo principale del CdA non è tanto quello di erogare servizi ma, attraverso i servizi, di educare le persone a saper gestire la propria vita e le proprie risorse. Per questo avviene talvolta di mettere in atto servizi che rispondono a necessità per noi evidenti ma non sempre percepite dagli stessi interessati; così è, ad esempio, per l’emporio alimentare e per il doposcuola.

Il progetto Mirod ci consente inoltre di fornire i dati riguardanti quanti hanno frequentato il CdA nell’anno 2019.

 Le persone che nel 2019 sono transitate almeno una volta dal CdA sono state 224, in lieve aumento rispetto all’anno precedente  e pari a quelle del 2017; di queste 125 femmine e 99 maschi, 137 italiani/e e 87 stranieri/e; mentre  quelli che sono venuti per la prima volta al centro nel 2019 sono stati 46 , in linea con l’anno precedente.

I numeri inoltre ci confermano il trend già registrato negli anni scorsi: si rivolgono a noi più femmine che maschi più italiani che stranieri. Nei grafici di seguito riportati si può vedere il trend delle presenze dal 2014 al 2019 divise per sesso e per cittadinanza.

Probabilmente la crisi che continua ha fatto sì che continui il trend di diminuzione del  numero di stranieri che arriva annualmente in Italia in cerca di lavoro. Viceversa continuano a progredire  gli italiani che si trovano in difficoltà. Si tratta in molti casi di una povertà relativa, per cui le persone hanno subito un abbassamento del tenore di vita; hanno bisogno di pagare affitto, bollette, condominio, ma non sono così poveri da aver bisogno della mensa o del pacco viveri. Come abbiamo già detto l’osservazione di queste nuove povertà ci ha spinto a trovare nuove forme di sostegno anche se non sempre possiamo fare quanto vorremmo.

Le due tipologie più significative che si rivolgono al Coordinamento sono da un lato le famiglie: si tratta di persone coniugate, separate, divorziate con figli a carico, spesso minori, disabili, con problemi di salute, oppure maggiorenni ma senza lavoro. C’è però anche un significativo numero di persone sole: si tratta di celibi, nubili o vedovi/e  specie nella fascia d’età oltre i 55 anni, quasi sempre italiani che non trovano lavoro, per i quali ai problemi economici si aggiungono spesso quelli di salute e della solitudine; spesso vivevano in famiglia con gli anziani genitori ma una volta che questi sono deceduti si ritrovano soli e con un reddito insufficiente. Questa realtà è ben rappresentata dalla distribuzione per fasce di età, si vede infatti chiaramente come tra le persone che si rivolgono al centro ci sono un buon numero di persone  che hanno mediamente un’età piuttosto alta e spesso sono di nazionalità italiana.

Se guardiamo le differenze tra italiani e stranieri relativamente allo stato civile vediamo che una gran parte degli stranieri sono coniugati, solo in minima parte sono divorziati celibi/nubili o vedovi/e; mentre tra gli italiani c’è un gran numero di persone divorziate, separate, nubili, celibi o vedove. Sembra dunque che per gli stranieri un fattore di povertà sia la famiglia da mantenere, mentre per gli italiani un fattore di povertà è proprio la mancanza o la disgregazione della famiglia, specie per le donne.

L’anno passato avevamo individuato la questione delle povertà cronicizzate che è continuata ad essere un aspetto critico della nostra realtà anche  nel 2019 . E’ una realtà con la quale ci dovremo confrontare anche nei prossimi anni cercando alleanze significative sia da parte dei Servizi Sociali del territorio , dell’Amministrazione comunale e di altre realtà istituzionali e di volontariato.

 

RINGRAZIAMENTI

Grazie a chi in questi anni è stato vicino (e continua a farlo!) ai bisognosi dei nostri territori attraverso il Coordinamento Interparrocchiale Opere Caritative di Follonica. Pur rischiando di tralasciare qualcuno (che spero ci perdonerà) diciamo grazie di cuore:

A tutti i Volontari che in questi anni si sono avvicinati alle varie realtà del Coordinamento Interparrocchiale ed hanno reso possibile questo progetto con la loro disponibilità e servizio.

Alle quattro parrocchie di Follonica e alla Parrocchia di Valpiana; all’Amministrazione comunale che da tanti anni c’è vicina in questo servizio.

Alla Diocesi di Massa M.ma – Piombino e alla Caritas Diocesana per la condivisione dei vari progetti. Ai Servizi Sociali del Comune di Follonica e della Società della Salute per la preziosa collaborazione.

Alla Venator Italy Srl di Scarlino per la generosità in aiuti economici per il sostentamento della Locale mensa e per l’aiuto alle persone bisognose del territorio con pacchi natalizi.

All’UNICOOP Tirreno Supermercato di Follonica e Castiglione della Pescaia per l’aiuto con il progetto “Buon fine” che consente di sopperire alla grande affluenza di ospiti presso la Mensa cittadina, e alla Sezione Soci locale per i progetti di Colletta alimentare e Trekking solidale.

Alle Aziende del territorio che sostengono con grande attenzione il nostro progetto, in particolare Sidertirrenica, CIS, Solbat S.r.L, Lidl, Conad, Petri – Movimento Terra, Ouverture Service di Enrico Norcini, Sammontana, Cooperativa Sociale “Il Nodo” e Arcobaleno, F.lli Cocchetti Valpiana, Arca Enel sez di Follonica,  Infotirrena S.r.l., G. Manni & C. S.r.l., alla Libreria Chiti di via Roma, alla ditta Boncioli di Bagno di Gavorrano, a Fredditalia di Castiglione della Pescaia; alla famiglia Bracci. Alla famiglia Bicocchi di Follonica. A Virginio e Lorenzo Riparbelli. Alla FederCuochi Grosseto. Alla ditta Jacopo Ricceri . All’Agenzia Farolito, a Elettrogas Tommi Stefano, alle Farmacia S. Antonio e alla Farmacia Comunale. All’Elettrofollonica di Emiliano Fabiani per i lavori all’Ex Chiesa di S. Paolo della Croce. Allo Studio Pellegrinetti. Allo studio Lorenzi. Allo studio Barro. Ad Alessandro Bencini, Ing Giulio Passarini, Ing Andrea Pagnini , alle ditte che hanno realizzato la nuova mensa (Dante, Bardelli, L’Elettrica).  Alla fam di Valeria Galgani, a Luana e Marcello Roncetti, alle fam. Mercantelli, Cantini, Splendore, Martelli, Brunetti, Pettirosso e Frizzi, Mannocchi F, Coppola, Fiorenzoni, Mugnaini S., Dani, Corsi, Sonnini, Coppola, Tosi, Taddei.  Alle Scuole, al Comprensivo 1 e 2 , alle Scuole Superiori, ai Gruppi del Catechismo delle Parrocchie e alle Suore di Follonica per la condivisione di  progetti di solidarietà e attenzione alle diversità. Ai Panifici Mantovani, Mura, Laura, Patrizia e alla Pasticceria Peggi. Ai Bar Bellini, La Pineta e D’Amore, Impero, Beba, Km 0.  Alle pizzerie “Da Nadia”, da Mario’s, Popeye, Raggio di Sole, Senz’Uno. All’Azienda Vinicola Il Pupillo, alla Tenuta del Tesorino, a Bolognesi Alfonso e famiglia, all’Azienda Bartoli di Pian d’Alma, alla Corte dei Tusci, al Salumificio Franchi, al Caseificio Ranieri, all’Imposto, al Pastificio Maremmano di Roccastrada, Guerranti SrL, al Racing Club Follonica, agli Hotel Piccolo Mondo e Parrini, a Blue Cambusa di Camiciottoli e C. e a tutti i commercianti, artigiani del comune di Follonica e dintorni che in vario modo sono stati vicini in questi anni con particolare riferimento alla Mensa interparrocchiale .

Alle Forze dell’ordine e di vigilanza (Carabinieri, Guardia di Finanza, Guardia Costiera, Forestale, Polizia Municipale), ai Templari Federiciani - Gruppo di Follonica, all’A.N.C.- Sezione di Follonica per la preziosa collaborazione. Alla stampa locale e diocesana per l’attenzione ai vari progetti.

Alle Associazioni di Volontariato che ci hanno sostenuto continuamente, sia con mezzi materiali sia con risorse umane, in particolare l’AVIS, Il Forum del Volontariato, Giglio Amico Firenze, il CIF, il Gruppo Volontariato Follonica, la CRI e tutte le Associazioni aderenti al Forum del Volontariato; Centro Auser “I Tre Saggi”, Auser Filo d’Argento, il Circolo Velico Cala Violina, il Coro Goitre, Corale Don Bosco, Leopoldo Gospel Choir, l’ASD La Pineta – Burraco Follonica per Burraco Solidale, il Comitato “Villa Arzilla” e agli ex alunni della 3°E, Amici del Golfo, le Associazioni Sportive Follonica Calcio e Pallavolo. Ai Lions Club Alta Maremma; al Kiwanis, al Rotary, all’Inner Wheel, al Soroptimist International – Club di Follonica per l’impegno e il sostegno alle varie iniziative.

A tutte le famiglie di cittadini follonichesi che in vari momenti dell’anno, alcuni addirittura con cadenza mensile, sono vicine ai bisogni delle persone in difficoltà con aiuti economici o alimentari o di vestiario. A tutti i gruppi o privati cittadini che in vario modo e in differenti occasioni, anche in memoria di congiunti o amici, spesso in modo anonimo, ci hanno aiutato sia con somme di denaro sia con generi alimentari .

 A Natale Cantini, per la testimonianza della sua vita donata alla Chiesa e alla Città. A tutte le persone nel bisogno, che abbiamo incontrato nel nostro servizio giornaliero e che ci hanno consentito di incontrare il Signore. Al Signore, perché “ Se il Signore non costruisce la casa, invano faticano i costruttori”. (Salmo 127,1)

 

COLAZIONE DEL POVERO

ll servizio dei poveri deve essere preferito a tutto. Non ci devono essere ritardi. Ti accorgerai presto che la carità è un fardello pesante… Ma tu conserverai la tua dolcezza e il tuo sorriso. Non è tutto dare il brodo e il pane. Questo lo possono fare anche i ricchi.

San Vincenzo De Paoli

 

COORDINAMENTO INTERPARROCCHIALE OPERE CARITATIVE - Via Serri, 33 - Follonica

Il coordinamento interparrocchiale opere caritative di #Follonica ringrazia i bambini, i genitori, gli insegnanti e la dirigenza del Comprensivo 1 per la donazione graditissima all'interno del progetto #ioleggoperché. Gli alunni, comprendendo pienamente lo spirito dell'iniziativa, hanno donato i libri con la certezza che inizieranno un "viaggio" verso quei compagni meno fortunati, ma ai quali non deve essere preclusa la strada della cultura, strumento essenziale per una futura formazione della coscienza civica e dell'inclusione sociale.

I libri e i kit scolastici saranno consegnati con la distribuzione del mese di dicembre.

Foto | Libreria Chiti

 

Dall’America… con Amore

L’anno 2020 sarà ricordato come uno dei più terribili del dopoguerra. Una guerra è iniziata ed è ancora tutta da vincere contro un subdolo nemico invisibile. Una guerra che ha già prodotto una crisi economica di dimensioni epocali in tutto il mondo, ha seminato paura, ad oggi, con circa 42 milioni di contagiati e 1 milione e duecento mila vittime collegate direttamente o indirettamente all’epidemia. Altro fatto non trascurabile è che il virus ha determinato un cambiamento fondamentale nei nostri stili di vita, ha messo in discussione comportamenti consolidati di accoglienza, di accompagnamento, di “comunione” e ha avuto un impatto dirompente sulle strutture sanitarie e sulla possibilità di cura di altre malattie altrettanto gravi, mettendo purtroppo in evidenza un volto della Sanità pubblica e privata spesso balbettante e impreparata e purtroppo disumanizzata dalle circostanze.

Assumono allora particolare rilevanza tutte quelle esperienze di solidarietà vissuta e condivisa che hanno dato e continuano a dare speranza.

Il comportamento del personale sanitario, infermieristico, di protezione civile e delle forze dell’ordine è stato un esempio per l’intero paese.

Alcune associazioni di volontariato si sono spese nei vari territori mettendo a rischio anche la salute dei volontari nel tentativo di dare un sollievo alla immane sofferenza dei più deboli. Lo hanno fatto in condizioni di difficoltà operative, spesso con gesti piccoli, alle volte gocce in un mare inesplorato di sofferenza, comunque esempi importanti di condivisione e di amore.

La crisi economica generatasi ha incrementato notevolmente il numero di famiglie bisognose di assistenza, perché private delle risorse necessarie a portare avanti uno stile di vita decoroso: in Follonica lo abbiamo constatato!

In questo contesto ci fa piacere raccontare un gesto di grande solidarietà compiuto dal Rotary club di Follonica che è riuscito, con un progetto ambizioso, a coinvolgere addirittura il” Fondo Disastri” della Rotary Foundation, per un aiuto alla popolazione più debole della nostra città e dintorni.

La richiesta progettuale è stata fatta all’inizio dell’epidemia nel nostro paese ma l’aiuto reale si è concretizzato nelle scorse settimane con l’acquisto presso la CONAD Margherita di Follonica di un quantitativo veramente importante di generi alimentari per un valore complessivo di ca. 7 mila €. Gli alimenti di prima necessità (pasta, olio, latte, zucchero, tonno, legumi, pelati e passate di pomodoro, prodotti infanzia, …) sono stati donati al nostro Coordinamento Interparrocchiale e attraverso le varie strutture e servizi (Mensa, Emporio, etc..) sono stati destinati ai poveri e alle persone impoverite dalla crisi.

L’arrivo e lo stoccaggio degli alimenti sono stati anche un’occasione preziosa per una stretta collaborazione di mezzi e volontari delle due realtà associative in una “catena” umana di solidarietà e di condivisione di valori fondamentali.

Ringraziamo quindi di cuore sia il Rotary Club follonichese che il” Fondo Disastri” della Rotary Foundation per la stima e l’amicizia dimostrata. Un’amicizia che ci incoraggia e ci responsabilizza a proseguire nel lavoro quotidiano a servizio dei bisognosi del nostro territorio.

L’augurio ovviamente è quello di poter collaborare anche in futuro per promuovere insieme progetti di vera solidarietà e fraternità.

S. PIERI

 

COMUNICATO SAN VINCENZO DE PAOLI

SOCIETÀ DI SAN VINCENZO DE PAOLI ONLUS
Fondata da Federico Ozanam nel 1833
CONSIGLIO CENTRALE DI LIVORNO- GROSSETO
CONFERENZA CITTADINA “SAN LEOPOLDO”
Follonica Via Serri 33
Email: svdpfollonica@virgilio.it . pagina fb: SAN VINCENZO DE PAOLI ONLUS CONFERENZA DI FOLLONICA -VIA SERRI
 
1967 - 2020 CINQUANTATRE ANNI AL SERVIZIO DEI BISOGNOSI DI FOLLONICA
BILANCIO ATTIVITA' EMPORIO DELLA SOLIDARIETA' 2019
NUMERO delle famiglie assistite 213(-9 confronto 2018)
Non italiane 74(-4 confronto 2018)
Italiane 139 (-5 confronto 2018)
PERSONE RAGGIUNTE 7530 (+622 confronto 2018)
SPESE EFFETTUATE 2936 (+484 confronto 2018)
QUANTITA'ALIMENTI DISTRIBUITI: KG. 34182(- 2558)
VALORE ALIMENTI distribuiti 2019: euro 64567 (+965 euro confronto2018)
STIMA IMPEGNO VOLONTARI ore: 8.000
I dati certificano la situazione locale che evidentemente nel 2019 ancora non è uscita dalla crisi di questi ultimi anni. Si conferma la tendenza dell'anno precedente con lieve diminuzione delle famiglie straniere e per la prima volta una lieve diminuzione di quelle italiane.
Nel 2019 è stato potenziato il progetto EMPORIO DELLA SOLIDARITA’ promosso dalla Conferenza Episcopale Italiana con i proventi dell’otto per mille e inaugurato il 1 aprile 2017 gestito dalla San Vincenzo de Paoli per mandato del Coordinamento Interparrocchiale Opere Caritative di Follonica. Il progetto ha rivoluzionato la modalità di aiuto alle famiglie, passando dai pacchi già preconfezionati standard per tutti a scelte personali e gestione consapevole dei propri bisogni alimentari quotidiani.
Tale “rivoluzione” ha comportato l’aumento del valore medio della spesa e varietà dei prodotti rispetto al pacco tradizionale.
Le risorse che hanno permesso di soddisfare le esigenze dei bisognosi del territorio sono in parte proprie (San Vincenzo de Paoli, CEI progetto Emporio, Caritas Diocesana) e risorse provenienti da associazioni, enti, benefattori.
Un grazie soprattutto a coloro che hanno voluto condividere con l'EMPORIO DELLA SOLIDARIETA' l’opera di sostegno a favore delle fragilità del territorio…
  • ISTITUTO COMPRENSIVO 1: Scuole dell’Infanzia di Campi Alti e Via Marche; Scuole primarie Gianni Rodari, Italo Calvino, di via Cimarosa; Scuola Media “A. Pacioli.
  • Scuola dell’Infanzia “Regina Elena” di Follonica
  • Banco Alimentare Onlus di Firenze e Grosseto
  • Soci Unicoop Follonica e Monterotondo
  • Coop Vignale Riotorto
  • Cooperative Sociali (Nodo – Arcobaleno – IPF)
  • federCuochi (Paolo Santi)
  • Ditta Fredditalia
  • Supermercati Coop, Conad, Pam e Lidl di Follonica
  • Parrocchie e Caritas Parrocchiali di Follonica
  • Caritas Diocesana
  • San Vincenzo de Paoli di Piombino
  • Società Venator Stabilimento di Scarlino
  • Società Solbat Stabilimento di Scarlino
  • Regione Toscana
  • Resort Corte dei Tusci
  • Avis Follonica
  • Lions club alta maremma
  • Inner Wheel
  • Club Soroptmist Follonica e colline Metallifere
  • CIF
  • Ditta Farolito viaggi
  • Edilgas di Tommi Stefano
  • Ditta Sidertirren
  • Ditta Iacopo Ricceri
  • Ditta Tirrena carrelli Venturina
  • Ditta Tecnoedil
  • Benefattori singoli.
Un grazie all’Amministrazione Comunale di Follonica ed alle assistenti sociali che da molti anni collaborano con noi nell’opera contro le povertà estreme del nostro territorio.
E non ultimo un ringraziamento particolare ai volontari del Coordinamento interparrocchiale Opere Caritative, alle operatrici e ai giovani del servizio civile che hanno condiviso con i volontari della San Vincenzo il progetto dell’Emporio della Solidarietà.
Un appello, per continuare e non diminuire la qualità e la quantità degli interventi abbiamo bisogno di risorse finanziare.
  • Si può aiutare l’Emporio della Solidarietà facendo una donazione sul conto Corrente Bancario presso Monte dei Paschi di Siena
    Intestatario: SOCIETA’ DI SAN VINCENZO DE PAOLI
    IBAN IT 43 O 01030 72240 000002171946
    CAUSALE: EMPORIO DELLA SOLIDARIETA'
    ( Si ricorda che le donazioni alle Onlus possono essere portate in detrazione nella dichiarazione dei redditi).
  • Con la dichiarazione dei redditi: dona il tuo 5x Mille alla San Vincenzo de Paoli.
    Codice della conferenza per il 5Xmille: 90019820498